Home
Riscaldamento e caldaie BLOG
1posts

Blog

Follow your favourite blogs.

Other blogs

Riscaldamento e caldaie blog
I like this post
Repost it to my profile
Comment
Share this post
Risparmio e caldaie a condensazione
La caldaia a condensazione in Italia sta avendo una diffusione sempre maggiore per sua capacità di sfruttare il calore prodotto dalla combustione in maniera più efficiente. Grazie a questa caratteristica il risparmio ottenibile con una caldaia a condensazione può arrivare a circa il 20%, un valore che sicuramente ne giustifica il costo.

 E' però bene sapere che non in tutti i casi una caldaia a condensazione riesce a procurare un vantaggio abbastanza consistente da renderla la scelta migliore. Ci sono infatti situazioni in cui il miglioramento di rendimento energetico ottenibile da una caldaia a condensazione è quasi trascurabile. Per questo è bene conoscere quali sono i fattori che incidono sul rendimento di una caldaia a condensazione, in modo da adottarla come soluzione solo quando il guadagno in rendimento energetico è sufficientemente alto.

Essenzialmente le caldaie a condensazione riescono a fornire un maggiore rendimento perché sfruttano il calore prodotto dalla condensazione del vapore, la quale avviene a circa 56 gradi. Per poter quindi lavorare al meglio devono essere utilizzate in impianti funzionanti con acqua a temperature relativamente basse. I migliori rendimenti si hanno con impianti funzionanti a 30-40 gradi, ma qualcosa si riesce ad ottenere anche con impianti funzionanti a 70-80 gradi.

 In questi casi il guadagno è però sensibilmente ridotto. Per questo motivo la temperature di funzionamento dell'impianto deve essere mantenuta il più bassa possibile. Abbassarla a piacere non è però fattibile, perché si comprometterebbe il riscaldamento degli ambienti in cui l'impianto funziona.

Quanto sia effettivamente possibile abbassarla dipende in particolare da due fattori: - la differenza tra la temperatura esterna e quella che si vuole avere all'interno più bassa è la temperatura esterna e più alta deve essere la temperatura a cui funziona l'impianto per ottenere una data temperatura negli ambienti riscaldati - la superficie dei radiatori più è ampia tale superficie e più è possibile ottenere la stessa temperatura interna facendo però funzionare l'impianto ad una temperatura inferiore I migliori rendimenti si hanno quindi con radiatori dalle superfici molto ampie e in immobili ben isolati, capaci cioè di mantenere il calore all'interno, anche con basse temperature esterne.

Di conseguenza una abitazione con piccoli termosifoni, male o nulla isolata e in un clima rigido, non avrà in pratica alcun guadagno dall'impiego di una caldaia a condensazione. Si tenga però presente che in buona parte delle case italiane i termosifoni sono stati costruiti sovradimensionati rispetto all'effettiva necessità.

 Di conseguenza la maggior parte delle case in Italia possono ottenere un sensibile risparmio energetico adottando una caldaia a condensazione, questo a meno che non abbiano un pessimo livello di isolamento termico, cosa a cui si dovrebbe prima rimediare con opportuni interventi.

Created by